Warm up: come far divertire i piccoli calciatori durante il riscaldamento

Un buon riscaldamento è fondamentale per preparare corpo e mente allo sforzo fisico, ma si sa: ottenere l'attenzione dei bambini non è cosa semplice. La regola n°1 è: coinvolgi i tuoi giovani calciatori con esercizi divertenti!

Come ben saprai, il riscaldamento è una parte fondamentale dell’allenamento, che va oltre la semplice richiesta di fare dei giri di campo o di calciare a vuoto. Si tratta, infatti, di un momento determinante, per preparare il corpo - ma anche la mente - ad affrontare lo sforzo fisico delle ore successive.

Proprio per questa sua importanza, è necessario che il riscaldamento sia svolto in maniera corretta, ma, si sa, con i bambini non è cosa semplice: ottenere la loro attenzione è un compito arduo, e lo è ancor di più per questa parte dell’allenamento, spesso costituita da esercizi noiosi e ripetitivi.

Utilizzando una serie di esercitazioni che coinvolgano i tuoi piccoli giocatori e introducano aspetti ludici e un livello minimo di competizione, vedrai migliorare rapidamente le loro performance, sia dal punto di vista tecnico che dell’impegno.

Qui puoi trovare due esempi di esercizi che possano rendere il riscaldamento più divertente. 


Segui l’allenatore

Dopo aver consegnato un pallone a ogni bambino, tutti i membri della squadra si pongono in fila dietro di te: inizia una corsetta leggera intorno al campo, eseguendo piccoli movimenti del calcio (per esempio dribbling, calci, rimesse laterali, ecc.) o movimenti divertenti (correre tenendo la palla sopra alla testa, sedersi sul pallone e rialzarsi…). In qualsiasi momento, potrai girarti rapidamente e, se trovi un giocatore che non sta seguendo l'azione, otterrai un punto; se tutti i giocatori stanno eseguendo l’esercizio correttamente, la squadra ottiene un punto. Alla fine, se sei tu ad aver guadagnato più punti dei bambini, questi dovranno pagare un piccolo pegno, come per esempio svolgere un esercizio, cantare una canzone divertente o qualsiasi altra cosa di simpatico ti venga in mente. Se la squadra accumula più punti di te, sarai tu a dover pagare pegno!


Percorso a ostacoli

Crea un percorso a ostacoli utilizzando per esempio dei coni o qualsiasi altro tipo di materiale tu abbia a disposizione. Chiedi ai giocatori di percorrere il circuito correndo, dribblando, calciando e ricominciando. Una volta che i ragazzi avranno preso confidenza con il percorso, potresti cominciare a prendere il tempo, per inserire un livello minimo di competizione per spingere i bambini a fare meglio. Se vuoi rendere tutto più divertente, prova a coinvolgere i genitori presenti all’allenamento e a trasformarli in “coni umani” o in potenziali avversari da dribblare durante il percorso.

Se il percorso è realizzato in una vasta area con un molto spazio tra un ostacolo e l’altro, i giocatori avranno modo di fare molto più esercizio durante questa fase del riscaldamento. Inoltre, ricordati che questo tipo di percorsi, oltre a rendere il warm up più divertente, può tornarti utile per osservare la tecnica dei singoli giocatori e per verificare su quali abilità il team deve lavorare maggiormente.

Come vedi, basta poco per far muovere i bambini e preparare il loro fisico all'allenamento vero e proprio.  Trai ispirazione da qui e poi... usa la fantasia!

Indietro
  • #warmup
  • #riscaldamento
  • #allenamento
Altri contenuti