Scegliere il capitano: le 7 caratteristiche da ricercare

Tra le responsabilità di un allenatore, vi è anche quella di scegliere il capitano della propria squadra. Ma quali sono le caratteristiche che devi cercare tra i tuoi calciatori per assegnare questo ruolo?

Gli allenatori hanno molte responsabilità all'inizio della stagione: uno dei compiti più importanti e forse più complicati è scegliere il capitano della squadra, una decisione delicata che può lasciare il segno per l'intera stagione. Ma come fa un allenatore ad assicurarsi che il capitano sia un esempio di impegno e di carattere per il resto della squadra? Probabilmente non esiste una ricetta perfetta, ma  puoi basarti sull'osservazione di alcune caratteristiche che dovresti cercare tra i tuoi ragazzi e che sono fondamentali per essere un buon capitano.

1. È un leader nato

Osservare come si muovono i ragazzi in campo è il primo fondamentale passo: è sul terreno di gioco che la natura di leader viene fuori in maniera del tutto naturale. Il capitano tenta di far rispettare il più possibile gli schemi provati in allenamento, a parlare spesso con i suoi compagni di squadra e dirigerli nello svolgimento delle azioni. Assume quasi il ruolo di un piccolo allenatore tra i compagni di squadra. E inoltre, ascolta ciò che i compagni di squadra hanno da dire, si complimenta con loro e li rispetta.

2. È un organizzatore

Una squadra è un insieme di persone che agiscono come se fossero un solo individuo. Il capitano della squadra di solito è colui che si sforza di organizzare la sua truppa, di tenere le redini. Organizzare vuol dire anche ricordare ai compagni di squadra i rispettivi ruoli.

3. È portatore sano di ottimismo

Essere ottimisti significa essere fiduciosi che qualcosa di positivo possa accadere. Il capitano ama motivare i suoi compagni. Infonde in loro la grinta per continuare a giocare, qualunque cosa accada. Spesso lo senti dire "Possiamo farcela" o "Questa è la nostra occasione". Questo è un aspetto fondamentale perché la fiducia e l'ottimismo rappresentano spesso l'arma in più di una squadra.

4. Riconosce e mette in risalto le abilità dei suoi compagni di squadra

Il capitano studia le abilità dei suoi compagni di squadra: questo gli darà l'opportunità di familiarizzare con i loro movimenti, per cercare di adattarsi al tipo di gioco dei suoi compagni. Dopo averne scoperto le qualità, tenterà di organizzare la sua squadra in modo da sfruttarne tutte le potenzialità.

5. Garantisce l'altruismo

Il capitano capisce che il gioco non riguarda solo lui, ma ogni membro della squadra. Si assicurerà che la palla non venga passata ad un unico giocatore, ma che sia coinvolto sempre il calciatore nella posizione migliore. In altre parole, il capitano è generoso.

6. Crea armonia tra i membri della squadra

Come leader del gruppo, il capitano assicura armonia all'interno del team. Sarà lui a risolvere i problemi e alleviare le tensioni tra i compagni coinvolti. Mantenere un ambiente libero dalle tensioni individuali garantisce un miglior rendimento della squadra.

7. Dedica del tempo alla conoscenza personale dei suoi compagni

Il capitano si prende del tempo per conoscere i suoi compagni di squadra, individualmente, cercando di instaurare rapporti con ognuno di loro. È indubbiamente piacevole, oltre che più semplice, giocare con qualcuno che conosci e di cui ti fidi.

Indietro
  • #capitano
  • #leadership
Altri contenuti