Come aiutare chi ha problemi di respirazione?

Esistono alcune semplici ma efficaci tecniche per aiutare chi, durante un match, resta subito "senza fiato"

Se ti capita spesso di vedere i tuoi ragazzi fermarsi in campo e ansimare, probabilmente i loro polmoni in maniera adeguata durante la fase pre-stagione.

In questo articolo puoi trovare alcuni suggerimenti per aiutare i tuoi ragazzi a migliorare la preparazione.

E’ tempo di piegarsi

Ti sarà capitato di vedere i tuoi atleti ridere del classico ragazzo grassottello che, piegato in due, cerca di riprendere fiato ogni cinque minuti. Bene, è arrivato il momento di mettere da parte quelle risatine. Perché? Alcuni scienziati della Western Washington University hanno cercato di individuare il modo più efficace per ridurre la frequenza cardiaca tra un esercizio e l'altro.

Dividendo i partecipanti al test in due gruppi, hanno chiesto a una metà di loro di mettersi in posizione eretta con le mani dietro la testa e all’altra metà di piegarsi con le mani sulle ginocchia. I risultati hanno dimostrato che, piegandosi verso il basso mentre si boccheggia, la frequenza cardiaca si riduce di 22 battiti al minuto in maniera molto più veloce che stando in piedi.

Non ti fidi? Sappi che è stato uno dei segreti di una certa leggenda del basket di nome Michael Jordan.

Vietato respirare con la bocca

Se vuoi essere il migliore in campo, devi padroneggiare la tecnica. Calci di punizione, rigori: non importa. Il successo dipende dall'efficienza dell'esecuzione. La respirazione non è diversa. Inspirare attraverso il naso ha una serie di benefici. Secondo Dr. Roy Sugarman, direttore delle neuroscienze applicate per EXOS, la respirazione nasale può aumentare la saturazione di CO2 nel sangue e rallentare la respirazione. Entrambi creano un effetto calmante.

Inoltre, come sottolineato dall’ortodontista Dr. Yosh Jefferson, respirare a bocca aperta come un pesce fuor d’acqua irrita le tonsille che possono causare un blocco nelle vie respiratorie.

L’importanza della coordinazione

Un altro ottimo modo per assicurarti di respirare correttamente è insegnare ai ragazzi a  coordinare i loro respiri con i loro movimenti per trovare il giusto rapporto inspirazione/espirazione. Per fare ciò, dovrebbero provare a prendere fiato mentre compiono due passi, poi espirare per altri due passi. Man mano che fortificano la resistenza aerobica, saranno in grado di fare respiri lunghi, tre o quattro passi. Quando eserciti uno sforzo, come quando stai calciando una palla, espira.

Respirare con lo stomaco

Fai in modo che i ragazzi sappiano respirare con il diaframma: in questo modo, infatti, favoriranno l’accesso di ossigeno. Durante la fase di inspirazione, dovrebbe essere lo stomaco, e non il petto, a espandersi. Questo favorisce una respirazione lenta e può prevenire l'iperventilazione. In fase di espirazione, invece, gli atleti dovranno contrarre i muscoli dello stomaco per far uscire l'aria.

Indietro
  • #allenamento
  • #respirazione
Altri contenuti